Guide

Strategie di cessione e liquidazione

Le aziende possono perseguire una strategia di disinvestimento per concentrarsi nuovamente sul proprio core business, in risposta all'ambiente operativo nel proprio settore o per rilasciare asset con prestazioni insufficienti. Le aziende in genere perseguono una strategia di liquidazione quando il loro core business, linea di business o filiale ha fallito o non serve più allo scopo dei proprietari.

Le strategie di turnaround per le attività in crisi comprendono le cessioni, che comportano la vendita, lo scorporo o la liquidazione di un'unità aziendale, di una linea o di una controllata. La liquidazione comporta la chiusura di un'impresa e la vendita o la distribuzione dei suoi beni.

Motivazioni di dismissione

Le aziende che diversificano in settori correlati potrebbero dover ridimensionare. Secondo Investopedia, se una società ha utilizzato una strategia di acquisizione, potrebbe dover abbandonare quelle sussidiarie o attività che non hanno soddisfatto le aspettative. Una società potrebbe aver formulato ipotesi sulle opportunità di mercato di un settore che non sono più valide.

In alternativa, un'azienda può adottare una strategia diversa che non richiede più un determinato prodotto o linea di servizio. Se un'azienda ha prestazioni notevolmente inferiori, la liquidazione di tale attività o delle attività può aiutare il resto dell'attività a tornare alla redditività o fornire le risorse che consentono agli imprenditori di perseguire altre opportunità.

Vendita

Una strategia di cessione prevede la vendita della filiale o del ramo di attività a un'altra società. La società madre decide di non essere più il miglior proprietario di quella parte dell'azienda. Vendendo l'attività o le sue attività, la casa madre può ottenere capitale da utilizzare per acquisire un'altra società o beni che meglio si adattano alla sua strategia attuale. A volte acquirenti non richiesti si avvicinano per acquistare la filiale. Più spesso, il genitore deve cercare acquirenti.

Ad esempio, se possiedi un negozio di articoli da forno e produci la tua linea di suggerimenti specializzati per la decorazione di torte, potresti scoprire che il lavoro diventa opprimente, scoprire che i profitti non sono quelli che avevi previsto o semplicemente decidere che è ora di andare in pensione. Se i tuoi prodotti hanno già una reputazione consolidata, potresti trovare un altro imprenditore in una fiera o in un evento di networking interessato all'acquisto della tua attività. A seconda del tuo track record, potresti vendere l'attività per un notevole profitto, pareggiare o subire una perdita.

Spin off

Un'altra strategia di cessione riguarda lo spinoff. Uno scorporo si verifica quando la società madre di una controllata, unità aziendale o linea di business stabilisce l'unità come società separata autonoma e distribuisce la proprietà in quella società separata di nuova costituzione ai proprietari della società madre. La capogruppo distribuisce la proprietà nella sua ex controllata in proporzione alla quota di proprietà detenuta nella capogruppo.

Ad esempio, se tre azionisti possiedono ciascuno un terzo della società madre, riceveranno ciascuno azioni pari a un terzo della scissione. Quando una società scinde una controllata in questo modo, l'intera transazione è esentasse, non creando alcuna responsabilità fiscale per la madre o l'ex controllata.

Liquidazione

Secondo Wolters Kluwer, una strategia di liquidazione comporta la vendita di un'azienda, nella sua totalità o in parte, per il valore dei suoi beni. Molti proprietari di piccole imprese lasciano le loro attività tramite liquidazione.

In un esempio di strategia di liquidazione, un rivenditore che ha subito una perdita sulla sua attività potrebbe non trovare nessuno interessato ad acquistare la società come un'impresa in funzionamento. Per estrarre quanto più valore possibile dall'attività, il proprietario ha una vendita di liquidazione e vende tutto l'inventario, i dispositivi e le attrezzature prima di chiudere definitivamente le porte del negozio.